CIRCUITO VIRTUOSO

 

 

 

 

Circa 3,3 milioni di imprese con un volume d’affari inferiore ai2,5 milioni di euro e meno di 18 dipendenti, in Italia. Queste sono specializzate nello svolgere il loro mestiere, hanno grande fiuto imprenditoriale e storia alle spalle nel loro settore.

Ad oggi, queste imprese vivono la forte pressione fiscale, continui sovramansionamenti burocratici e amministrativi ma soprattutto gli evoluti contesti tecnologici, comunicativi e la digital transformation della quarta rivoluzione industriale, dettano le regole del “nuovo mercato” insieme ad un sistema di credito banco-centrico, rendendo difficoltoso lo sviluppo.

Non esistono punti di riferimento unici, le professionalità di cui necessitano per un supporto efficace nelle attività ordinarie e straordinarie del proprio lavoro, sono frammentate e numerose.

E’ in questo contesto competitivo, che, a tali imprese vengono a mancare tempo, denaro e competenze; risorse necessarie per svolgere al meglio le principali attività quotidiane e dedicarsi con qualità al proprio mestiere trovando soluzioni progettuali di sviluppo.

Circuito Virtuoso era una rete di imprese virtuose e professionisti qualificati che proponeano beni e servizi con propensione di essere un punto di riferimento e centro-hub per tutti i soggetti coinvolti nell’iniziativa.

L’obiettivo era collegare microimprese che offrissero beni e servizi agli utenti finali (Business2Consumer) con aziende e attività professionali che sviluppano servizi per le imprese (Business2Business), consentendo la diffusione di metodologie veloci e funzionali finalizzate alla semplificazione del lavoro e allo sviluppo di una visione strategica del business.

Creare dinamiche di cooperazione e interrelazione tra soggetti che operano a livelli differenti del sistema produttivo, mediante un modello organizzativo nel quale Circuito Virtuoso svolgeva attività di consulenza direzionale e strategica,  facilitazione logistica, raccolta documentale, semplificazione all’accesso delle risorse di tempo, denaro e competenze.

 

 

 

I valori che Circuito Virtuoso intendeva diffondere tra le imprese del suo network:

  • sviluppo e innovazione
  • efficienza e produttività
  • mercato e opportunità

 

Ci abbiamo provato fortemente:

  • oltre 1500 appuntamenti
  • 38 contratti
  • più di 60 persone testate come Personal e Link Manager
  • un CRM di grandi e innovative funzionalità
  • nuovi pacchetti di comunicazione, finanza, saving a supporto
  • tantissimi partner testati

Non è andata come volevamo: modello di business forse da rivedere, in primis però un team non coeso e rappresentato da grandi opportunismi senza visione di medio periodo.

Tolte le mele marce, ci riproveremo fortemente.